PRINCIPIO

Vernice e collage su compensato, per informazioni e acquisti: elenamauri15@gmail.com



“Ad ogni movimento che avviene nell'universo, è associata una quantità chiamata azione, della quale è possibile dare un'espressione matematica. Inoltre tra tutti i movimenti possibili, quello che avrà luogo, quello scelto dalla natura, è quello che minimizza tale azione.” 

 

 

La vita di tutti noi possiede un potenziale infinito, l’universo ci offre in ogni istante un infinito numero di possibilità per realizzarlo.

 

La nostra mente però tende a vedere solo alcune di queste possibilità, limitando o complicando la nostra capacità di azione e facendoci vivere all’interno di limiti che spesso ci auto imponiamo per convenzione, paura,  perché semplicemente non riusciamo a pensare a possibilità alternative.

 

In realtà tutto può cambiare nello spazio di un secondo in maniera inattesa e impensabile.

 

 

 

Il principio di minima azione dice che la natura sceglie la via più semplice, che non sempre è la più veloce o quella che la nostra logica e la nostra ragione ci imporrebbero di seguire.

 

Questo principio della fisica trova un parallelo nel concetto buddista di Ichinen Sanzen, che vede più di tremila possibilità in ogni singolo istante della nostra esistenza di cambiare la nostra condizione.

Affidandoci a questa idea con fiducia ci mettiamo nella condizione di fluire insieme a tutto ciò che ci circonda riducendo lo sforzo razionale e abbandonando l’idea di controllo a cui, per trovare sicurezze, ci aggrappiamo.

 

 

 

Tavole di compensato grezze in bianco, con applicazioni a collage di farfalle in bianco e nero.

 

La scelta dei materiali e della tecnica è avvenuta ispirandomi al principio di minima azione, tutto è stato mantenuto allo stato grezzo e meno elaborato possibile, tutto è stato realizzato solo con ciò che avevo gia in casa o che potevo produrre senza uscire.

 

Ho scelto di mettere in contrasto fra loro le linee e lo spazio indefinito, da un lato la rigidità controllata delle linee, dall’altro la casualità del dripping materico e libero e delle pennellate irregolari sul fondo.

 

L’immagine della farfalla, stampata ed applicata invece che dipinta, è in bianco e nero.

Simbolo di trasformazione e bellezza che si libra attraverso il bianco e la materia, immagine del potenziale realizzato attraverso la metamorfosi del sè.

 

Il nero e il bianco, luce e ombra, richiamano le fasi alchemiche della trasmutazione, il nero ha in se tutto il potenziale dell'oro, la vita che si trasforma continuamente senza mai finire è la pietra filosofale.

 

Questi lavori non verranno appesi ai muri, ma installati appoggiandoli per terra l'uno accanto all' altro in modo apparentemente casuale.


 

   Il rasoio di Occam, meno è di più.

 

« A parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire »

(Guglielmo di Occam)

 

« Entia non sunt multiplicanda praeter necessitatem. »

 

« Non moltiplicare gli elementi più del necessario. »

 

« Pluralitas non est ponenda sine necessitate. »

 

« Non considerare la pluralità se non è necessario. »

 

« Frustra fit per plura quod fieri potest per pauciora. »

 

« È inutile fare con più ciò che si può fare con meno. »

 


per acquisti cliccate sulle immagini e scrivetemi


Principio di minima azione 92x250 cm
Principio di minima azione 92x250 cm